Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:58 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, bottiglie contro la polizia e folla: la movida ignora il coprifuoco

Attualità martedì 31 ottobre 2017 ore 13:12

Incubatore, imprese e gestore cercasi

Qualcosa da rivedere nell'esperienza dell'incubatore d'impresa di Rosignano, per tre anni gestito dal Polo scientifico e tecnologico di Navacchio



ROSIGNANO MARITTIMO — Il consiglio comunale, nella seduta del 31 ottobre 2017. ha approvato l’assunzione di impegni sul bilancio pluriennale per l’affidamento del servizio di gestione dell’Incubatore Rosignano, situato in località Le Morelline.

Il servizio, attualmente gestito dal Polo Tecnologico di Navacchio (convenzione 2014-2017, importo totale 135mila euro di cui: 50mila il primo anno, 45mila il secondo e 40mila il terzo), va in scadenza il 31 dicembre e sarà rinnovato con una procedura di evidenza pubblica che prevede l’affidamento triennale (dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2020) entro la fine dell'anno, per un importo a base di gara per 35mila euro annui.

L’Incubatore di imprese start up di Rosignano è un servizio avviato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 177 del 28.11.2014 nell’ambito del Sistema degli Incubatori della Toscana Costiera. Nel primo triennio di attività conseguito importanti risultati quali il riconoscimento di start up house accreditata a livello regionale, l’avvio di 6 start up in incubazione fisica e virtuale, 1 contratto di partenariato e 1 contratto di servizi per complessivi 23 nuovi occupati, la realizzazione di servizi informativi per l’avvio di nuove imprese che hanno portato a 63 verbali di contatto e 12 business plan approfonditi, l’implementazione di percorsi ed eventi formativi sul tema delle start up e delle nuove forme di impresa, anche rivolti alle scuole con i progetti “Start Up School” e “A scuola di Start Up”, la predisposizione di strumenti di comunicazione idonei a far conoscere i servizi dell’incubatore tra cui il sito web, le pagine social e i comunicati stampa.

“In questo periodo abbiamo riscontrato che sul territorio manca una cultura di impresa e di imprenditorialità specialmente tra i giovani – ha affermato l’assessora all’innovazione e finanziamenti europei Veronica Moretti - per cui intendiamo potenziare le attività didattiche e formative che coinvolgano sempre di più il mondo della scuola e dell’associazionismo giovanile, per promuovere le tematiche dell’imprenditorialità e favorire una maggiore connessione tra i giovani e la realtà imprenditoriale”.

Il Comune con l’affidamento del nuovo servizio intende così proseguire le attività tipiche dell’incubazione di impresa territoriale, ma anche potenziare le attività di didattica e formazione, di incontro tra aziende e giovani talenti del territorio, realizzare percorsi di animazione territoriale e di coprogettazione per rilevare i bisogni locali e trasformarli in possibili idee professionali, supportare l’associazionismo locale nell’innovazione delle proprie attività tradizionali e favorire la collaborazione intersettoriale, oltre che sviluppare servizi di marketing territoriale.

In consiglio comunale, il nuovo impegno di spesa in relazione all'incubatore è stato approvato con i voti favorevoli di Pd e Riformisti e l'astensione degli altri gruppi di minoranza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca