QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 12° 
Domani -1°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 19 dicembre 2018

Attualità martedì 09 ottobre 2018 ore 17:30

17 progetti per un polo scolastico

Sono quelli pervenuti a seguito del concorso di progettazione indetto dal Comune di Rosignano per realizzare il complesso delle Colline



ROSIGNANO MARITTIMO — Sono diciassette i progetti pervenuti per il nuovo Polo Scolastico delle Colline, a seguito del concorso di progettazione indetto dal Comune di Rosignano per realizzare il complesso. L’edificio riunirà a Nibbiaia il primo e secondo ciclo della scuole primarie, fino ad oggi divise tra la scuola Pertini di Castelnuovo della Misericordia e la scuola Lega del Gabbro.

Il nuovo polo, cui il Comune destina un investimento di circa 4 milioni di euro, consentirà ai bambini di frequentare l’intero ciclo delle primarie in un’unica sede, individuata a seguito di valutazioni tecniche ed economiche e di indagini geologiche, e situata nella frazione centrale delle tre collinari. Il concorso di progettazione, scaduto il 21 settembre, consentirà di acquisire il progetto preliminare per realizzare il nuovo edificio.

L’intervento sarà suddiviso in due lotti: il primo prevede la realizzazione del nuovo plesso di scuola primaria, comprende l’adeguamento e la parziale nuova realizzazione della relativa viabilità di accesso, la sistemazione delle aree esterne, e tutte le opere di urbanizzazione necessarie, compresa la viabilità di accesso al deposito idrico; comprende inoltre la fornitura e posa in opera degli arredi per la nuova scuola; il secondo lotto invece contempla la realizzazione di un’area a verde pubblico attrezzata tra il nuovo plesso scolastico e via Sgarallino, compreso un piccolo parcheggio pubblico sulla stessa via.

“Il nuovo progetto del polo collinare sta prendendo forma – afferma il sindaco Alessandro Franchi – era uno degli obiettivi strategici dell’amministrazione per superare le criticità delle strutture utilizzate, realizzando un’opera che avrà tutte le caratteristiche di bioedilizia e biosostenibilità delle costruzioni contemporanee. Rappresenta un investimento fondamentale per le frazioni collinari, che consentirà ai bambini e alle bambine di frequentare una struttura innovativa, bella e adeguata alle necessità di apprendimento della nuova didattica”.

La commissione che valuterà  le proposte si riunirà  mercoledì 10 ottobre ed è composta da membri esperti, funzionari pubblici e accademici: Claudio Santi, dirigente ai Lavori Pubblici del Comune di Piombino, in qualità di presidente, Antonello Boschi e Fabio Fantozzi professori associati presso il Dipartimento dell’Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni dell’Università di Pisa, rispettivamente nelle discipline di Composizione Architettonica e Urbana e Fisica Tecnica Ambientale, Monica Ceccanti, funzionaria del Settore Programmazione e sviluppo del territorio del Comune di Rosignano, e Roberto Farnè, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita Scienze motorie dell’Università di Bologna, settore scientifico disciplinare Didattica e Pedagogia Speciale). 

La prima seduta pubblica prevede la verifica dell’integrità e regolarità dei plichi pervenuti, previa verifica dell’ammissibilità formale da parte del seggio di gara, mentre i lavori in seduta riservata saranno dedicati alla valutazione delle proposte progettuali ammesse. Come da bando e disciplinare di concorso i primi cinque progetti classificati riceveranno premi in denaro, rispettivamente: 24 mila euro al vincitore - il progetto che sarà realizzato - 8mila euro al secondo classificato, 4mila al terzo, e mille al quarto e quinto classificato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca