Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità mercoledì 07 giugno 2017 ore 16:13

Le iniziative in memoria di Federica Vivaldi

Due iniziative in memoria della giornalista Federica Vivaldi: corso di formazione per i giornalisti e intitolazione della sala giunta in Comune



ROSIGNANO M.MO — Si avvicina una ricorrenza speciale per il Comune di Rosignano Marittimo: il 13 giugno Federica Vivaldi, prima addetta stampa dell’Ente scomparsa un anno fa, avrebbe festeggiato cinquant’anni. Per rendere omaggio alla sua memoria di giornalista, professionista stimata dai colleghi delle redazioni e impegnata ogni giorno nell’informazione sulle attività dell’amministrazione, il Comune ha deciso di dedicare alla sua memoria la Sala Giunta – dove si riunisce la giunta e solitamente si tengono le conferenze stampa - nella sede istituzionale del Castello di Rosignano Marittimo. Martedì 13 giugno alle 11,30 ci sarà la cerimonia di intitolazione della sala con apposizione di una targa alla presenza dei familiari e degli amministratori, ma anche dei tanti colleghi che ne conservano un ricordo vivo e felice, nei lunghi anni che ha prestato servizio presso il Comune prima del periodo di malattia che ha preceduto la sua scomparsa.

Federica Vivaldi in Comune ha infatti contribuito fattivamente all’istituzione dell’ufficio stampa dell’ente, a seguito dell’entrata in vigore della legge 150/2000 "Disciplina delle attività di comunicazione e informazione nella PA", che riserva ai giornalisti le attività di informazione all’interno delle amministrazioni pubbliche. Il Comune ha così accolto la richiesta presentata dai familiari e dall’Ordine dei Giornalisti della Toscana per ricordare pubblicamente la giornalista. Federica infatti è sempre stata fedele alla ricerca della verità e alle regole deontologiche, onorando la professione di giornalista e dando credito al rapporto di fiducia che lega il cittadino all’amministrazione pubblica.

La sua grande passione per il giornalismo viene ricordata sabato 10 giugno al castello Pasquini di Castiglioncello (Auditorium, 2° piano), nell’iniziativa di formazione in sua memoria: “Uffici stampa: deontologia 2.0” (ore 9,30-13) organizzata dall’Ordine dei Giornalisti - Consiglio Nazionale e Consiglio Regionale della Toscana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità