Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:CECINA9°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità mercoledì 26 ottobre 2016 ore 10:15

Faccia a faccia tra sindaco e prefetto

L'incontro con il prefetto

Alessandro Franchi ha incontrato Anna Maria Manzone, rappresentante dell’ufficio territoriale di Governo. Che afferma: "La microcriminalità è in calo"



ROSIGNANO M.MO — Il prefetto di Livorno Anna Maria Manzone ha incontrato il sindaco Alessandro Franchi e la giunta del Comune di Rosignano Marittimo.  La visita della rappresentante dell’ufficio territoriale di Governo aveva lo scopo di conoscere la realtà del territorio e di avviare una collaborazione con il Comune, al pari di altre Amministrazioni locali.

L'incontro si è svolto ieri mattina nella sede della Fattoria Arcivescovile. “Questa visita segue quelle fatte ad altri Comuni perché il prefetto è vicino al territorio e collabora con le Amministrazioni in chiave interistituzionale” ha affermato Manzone, secondo la quale “gli organi di informazione sono uno strumento importante per conoscere le problematiche del territorio”.

All'evento hanno partecipato anche la presidente del consiglio Caterina Giovani, la segretaria comunale Maria Castallo e la comandante della polizia municipale Dalida Cosimi.

Il sindaco e la giunta hanno illustrato al prefetto i tratti strutturali dell’area comunale, le filiere produttive e il tessuto economico e sociale del territorio, oltre che i problemi emergenti quali la disoccupazione. “La vocazione industriale oggi è affiancata da realtà importanti quali il turismo, la rete di piccole e medie imprese, anche con eccellenze nazionali – ha detto il sindaco – prevediamo investimenti sull’impiantistica e sul riciclo dei rifiuti in ottica di sostenibilità”.

Sulle emergenze dei territori il prefetto ha preannunciato che invierà al Comune i dati richiesti sulla microcriminalità, che per alcune tipologie di reati sono in flessione rispetto agli anni precedenti. Inoltre Manzone si è soffermata sull’accoglienza dei migranti. “Gli sbarchi avvengono quotidianamente, negli ultimi giorni sono stati 6mila 500 – ha detto – settimanalmente vengono fatte delle ripartizioni territoriali, la Toscana accoglie il 9 per cento dei profughi che arrivano in Italia, per cui ogni giorno sappiamo che ce ne arriverà la relativa percentuale”.

Sull’accoglienza pesano infatti molti fattori: “La crisi economica e sociale e la strumentalizzazione politica oggi mettono in discussione l’accoglienza – ha affermato Franchi – ma oltre che un dovere costituzionale è un fattore di civiltà, non si può rifiutare a persone che fuggono dalla povertà e dalla guerra. La gestione con le associazioni, che stiamo adottando anche nel nostro Comune, può costituire una risposta efficace”.

Il prefetto con il sindaco e alcuni assessori ha proseguito la visita alle sedi territoriali delle forze dell’ordine: i carabinieri, la guardia di finanza, la guardia costiera e il commissariato di pubblica Sicurezza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In provincia di Livorno i nuovi casi di Covid-19 sono 63, mentre in Toscana sono stati accertati complessivamente 595 nuovi positivi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità