Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:CECINA12°19°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'annuncio di Bertolaso: «Tutti i lombardi vaccinati entro le vacanze»

Politica venerdì 29 gennaio 2021 ore 15:50

Salta la Freccia serale, proteste di Forza Italia

Un treno Freccia Bianca

Stella e Giannelli: "La soppressione della Freccia serale Roma-Genova penalizza la costa tirrenica toscana. Trenitalia inverta la rotta"



LIVORNO — "Dal 10 gennaio Trenitalia ha tolto dall'offerta la Freccia Roma-genova delle 18.27, una corsa fondamentale per i pendolari, tanto studenti che lavoratori, che percorrono la costa toscana e vi fanno rientro ogni sera dalla capitale; un treno fondamentale, quindi, la cui eliminazione dall'offerta di Trenitalia crea un danno notevole. Chiediamo che Trenitalia provveda al più presto al suo reinserimento". Questo quanto chiedono Marco Stella, presidente del gruppo di Forza Italia al Consiglio regionale della Toscana, e Giampaolo Giannelli, responsabile del dipartimento lavori pubblici e trasporti Forza Italia Toscana.

"Si tratta di un taglio - osservano Stella e Giannelli - che scontenta in modo pesante i pendolari, che a più riprese hanno protestato nei giorni scorsi; una scelta che penalizza fortemente i pendolari toscani mentre gli stessi tagli non sono presenti sul fronte est della penisola. Si tratta di una una impostazione a carattere generale fortemente penalizzante per l'intero territorio della costa tirrenica, che è diventata il pezzo mancante, il ramo mozzato nella rete delle principali direttrici dei supertreni. Nelle corse dell'alta velocità Firenze (unico nodo Tav della Regione) sta regalando passeggeri, turisti e sviluppo all'Emilia-Romagna. Basti pensare infatti che sulla Linea Adriatica ogni giorno transitano decine di treni veloci, che diventano 46 in estate con le varie tipologie di Freccia".

"Invece, sulla costa tirrenica - concludono Stella e Giannelli - i Pendolini sono soltanto dieci, tra i quali i vecchi Etr460. È fondamentale quindi che Trenitalia inverta in modo deciso la rotta, facendo si che anche in Toscana vi siano adeguati collegamenti da e verso la costa, per rilanciare lo sviluppo economico ed il flusso turistico di territori che si trovano sempre più in difficoltà".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sull'epidemia di Covid-19. I dati relativi alla provincia di Livorno dai report di Regione e Asl nord ovest
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità