Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:58 METEO:CECINA13°20°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Politica mercoledì 01 luglio 2015 ore 11:45

Lavoratori autonomi e malattia: poche tutele

Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione al consiglio comunale sull'argomento



ROSIGNANO MARITTIMO — I Consiglieri comunale del Movimento 5 Stelle di Rosignano Marittimo Mario Settino, Elisa Becherini e Francesco Serretti hanno presentato in Consiglio Comunale una mozione per i diritti e la tutela per i lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata.

"Il Movimento 5 Stelle Rosignano è per la difesa e tutela dei diritti dei lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata - scrivono - Il Parlamento Europeo si è espresso in materia di scarsa protezione sociale per i lavoratori autonomi attraverso la risoluzione del 14 gennaio 2014; un numero crescente di lavoratori autonomi a causa della crisi economica (scarso lavoro o lavoro remunerato a livelli molto bassi), in particolare le donne, si trovano al di sotto della soglia della povertà , ma non figurano ufficialmente come disoccupati; i lavoratori autonomi sono storicamente esclusi dagli ammortizzatori sociali applicati invece ai lavoratori dipendenti (cassa integrazione, mobilità) ed ai disoccupati (assegno di disoccupazione); rispetto alla tutela in caso di malattia sussiste un evidente discriminazione tra i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e quelli autonomi".

"Con la Mozione vogliamo impegnare - affermano i Consiglieri del Movimento 5 Stelle Elisa Becherini Francesco Serretti Mario Settino, il Sindaco e la Giunta Municipale di Rosignano Marittimo affinché stimoli il Governo ad intervenire presso il Parlamento; Chiediamo che il Ministero Lavoro riveda la normativa attuale al fine di tutelare maggiormente i lavoratori autonomi colpiti malattia grave o prolungata ed entri in contatto con le associazioni di categoria (commercianti, artigiani, ordini professionali) e trasversali come ACTA per raccogliere ulteriori informazioni e concordare azioni congiunte come per esempio campagne di informazione per i lavoratori autonomi (la maggior parte dei quali non è a conoscenza neppure di quei minimi diritti a cui hanno accesso oppure non possiedono tutti gli elementi informativi per valutare correttamente il rischio che corrono in caso di malattia grave); Al Ministero del lavoro chiediamo anche di identificare modalità concrete di intervento in supporto dei lavoratori autonomi colpiti da grave malattia". "Ci auguriamo che la nostra mozione - spiegano - sia di esempio e si diffonda sempre più in tutti i comuni Italiani. Invitiamo tutti a riflettere sull'Art. 3 della nostra Costituzione, tutti i cittadini devono avere pari dignità sociale ed essere eguali davanti alla legge, senza distinzione alcuna".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scattata la denuncia dei carabinieri forestali dopo aver trovato gli animali morti all'interno di sacchi neri pronti per essere gettati nel cassonetto
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità