Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:08 METEO:CECINA17°25°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte e la crisi elettorale dei Cinquestelle. Ma che c’entra il governo Draghi?

Politica giovedì 11 aprile 2024 ore 13:30

“Potenziare il pronto soccorso per l'estate"

Dalle Unioni comunali del Pd della bassa Val di Cecina la richiesta per arrivare a un effettivo potenziamento del pronto soccorso



CECINA — "Il pronto soccorso dell’ospedale di Cecina deve essere potenziato, per rispondere meglio alle esigenze del territorio". La richiesta arriva dalle Unioni comunali del Pd della bassa Val di Cecina.

“La nostra costa, e più in generale tutta la bassa Val di Cecina - ha spiegato la segretaria dell’Unione comunale del Pd di Cecina Elena Benedetti - sono da sempre a forte vocazione turistica. Non è possibile che ci ritroviamo ad affrontare una nuova stagione turistica col pronto soccorso che versa nelle stesse difficili condizioni del 2023”. 

I problemi, fa sapere Benedetti, riguardano sia la struttura, che non risulta adeguata ai flussi turistici estivi, sia il numero di persone che vi lavorano all’interno. 

“Dal punto di vista degli spazi - ha proseguito Benedetti - la struttura non è adeguata neanche per l'afflusso ordinario. Per quello stagionale, poi, diventa assolutamente insufficiente e il suo ampliamento, di cui si parla da fin troppo tempo, deve essere una priorità. Questa situazione comporta grande disagio a tutti: turisti, residenti, lavoratori del comparto sanità e familiari di quanti si trovano a dover usufruire dell’ospedale e si scontrano con la realtà di un ambiente non adeguato alle esigenze”.

Della stessa opinione anche la segretaria del Pd di Rosignano Marittimo Margherita Pia. “Questa situazione non è più sostenibile. - ha commentato - D’estate, grazie anche al turismo, gli accessi al pronto soccorso dell’ospedale aumentano in maniera sensibile: servono soluzioni per evitare un’altra stagione di passione. L’ambito turistico della Costa degli etruschi è secondo in Toscana solo a quello fiorentino, con oltre 6 milioni di presenze certificate che si concentrano nei mesi estivi e che ricadono inevitabilmente sul nostro nostro pronto soccorso. Non dimentichiamo che una quota di turisti che scelgono di frequentare le nostre coste lo fa proprio in virtù dei servizi che questa zona è in grado di offrire, a partire da un ospedale dotato di pronto soccorso”.

“L’operazione di potenziamento del servizio di pronto soccorso - ha aggiunto Marco Sarri, segretario comunale di Castagneto Carducci - dovrebbe essere accompagnata da una campagna informativa per far sì che cittadini e turisti utilizzino maggiormente i presidi di sanità territoriale, come la continuità assistenziale e l’assistenza medica turistica, per quelle prestazioni che non riguardano strettamente la medicina di emergenza. Adeguare gli spazi, potenziare il servizio e ridistribuire i flussi possono essere la soluzione per rendere efficiente un servizio, che allo stato attuale non sembra in grado di rispondere alle esigenze di un territorio”.

Sulla stessa linea anche Claudia Macera, segretaria del Pd di Bibbona: “Un potenziamento fondamentale per un territorio che d’estate letteralmente esplode in termini di presenze e ha bisogno di risposte adeguate”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Malcapitato un 35enne di origine africana che aveva visionato una casa a Livorno. Versata la caparra non ha avuto più notizie sull'immobile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca