comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 12°17° 
Domani 15°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 29 maggio 2020
corriere tv
Davigo: «L'errore italiano è stato quello di dire sempre ‘Aspettiamo le sentenze'»

Attualità lunedì 14 ottobre 2019 ore 13:32

"No alla chiusura dell'ufficio protesi"

Samuele Lippi

Il sindaco Lippi contro i progetti della Asl: "E’ importante garantire un punto di contatto. Fermate la riorganizzazione”



CECINA — Il sindaco Samuele Lippi, anche in qualità di presidente della Società della Salute Valli Etrusche, interviene in merito al piano di riorganizzazione dell’Azienda Usl Toscana nord ovest, che prevede la chiusura degli uffici protesi periferici, compreso quello di Cecina a partire dal 31 ottobre.

“L’Azienda Usl fermi questa riorganizzazione – ha commentato Samuele Lippi –. Con la chiusura dell’ufficio protesi si andrebbe ad eliminare un importante punto di contatto tra gli utenti e il servizio protesi, creando un grave disservizio. La platea di chi si rivolge a questo ufficio è ampia e variegata e comprende anche gravi disabilità, fasce deboli come bambini e anziani. Proprio per la particolarità e delicatezza del servizio ritengo che sia opportuna la presenza di un’interfaccia specifica che non può essere affidata agli operatori del Cup". 

"Le persone con disabilità - ha osservato ancora il primo cittadino -, che già si trovano ad affrontare tanti ostacoli nella quotidianità, hanno il diritto ad avere una presa in carico integrata che possa facilitare anche gli aspetti burocratici e amministrativi e dare risposte sui tempi di consegna ed eventuali ritardi. Le stesse associazioni di disabili chiedono il mantenimento di un contatto locale e io mi faccio portavoce di questa posizione, chiedendo inoltre che qualsiasi decisione sia presa dopo opportuno confronto con il comitato di partecipazione”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità