comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 22°25° 
Domani 21°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 10 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Attualità lunedì 22 giugno 2020 ore 13:26

Lions Club in aiuto delle famiglie in difficoltà

Paolo Giglioli (Misericordia di Cecina) con Valerio Olmi (Lions Club Cecina)

Proseguono gli aiuti da parte dell'associazione per le famiglie di Cecina e Rosignano in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19



CECINA — I soci del Lions Club Cecina stanno unendo le loro forze per compiere atti di solidarietà e dare così una mano alla comunità nel superare le difficoltà derivate dalla pandemia globale Covid-19. Già nel mese di maggio il locale Lions Club aveva contribuito all’acquisto di generi alimentari di prima necessità destinati alla consegna di pacchi viveri e confezionamento di pasti caldi che sono stati distribuiti dall’Auser e dalla Sorgente del Villaggio interessando rispettivamente 250 persone di Cecina e circa duecento famiglie di Rosignano. Ma l'impegno prosegue.

In questi ultimi giorni, su delibera del Consiglio Direttivo del Club, sono stati stanziati ulteriori 2700 euro per acquisto di buoni spesa per generi alimentari di prima necessità. Grazie all’interessamento e alla sensibilità della direzione del Conad di Cecina i buoni di acquisto sono stati integrati in modo da raggiungere la cifra di tremila euro complessivi.

Sessanta buoni spesa da 25 euro sono stati consegnati da Valerio Olmi, presidente del Lions Club Cecina, a Paolo Giglioli Governatore della Fraternita Misericordia di Cecina, che già da molti anni distribuisce generi alimentari a chi ne ha più bisogno. La distribuzione avviene, ogni martedì, nella sede di Piazza Carducci a Cecina, grazie all'impegno dei volontari.

Altri buoni spesa da 25 e da 30 euro sono stati consegnati sempre da Olmi a Fernando Cercignani dell’associazione “La Sorgente del Villaggio” (nella foto sopra la consegna dei buoni) che gestisce il Centro Don Bosco di Rosignano e fornisce pacchi viveri e pasti caldi a persone e famiglie in difficoltà in collaborazione con tutte le associazioni di volontariato e con l’amministrazione comunale. Dal Centro Don Bosco sono assistite circa 270 famiglie che sono aumentate di 90 (prevalentemente italiane) nell’ultimo periodo.

In questi giorni, nuovi Buoni spesa per 1000 euro saranno consegnati ai volontari dell’Associazione Nazionale Finanzieri di Cecina che in questo periodo è impegnata nel reperimento, confezionamento e distribuzione di pacchi alimentari da destinare a 115 famiglie bisognose di Cecina indicate dalla Regione Toscana, tramite il Comune.

"Purtroppo - hanno commentato dal Lions Club Cecina - i numeri mettono in evidenza come questa emergenza da sanitaria sia diventata economica e sociale. La platea di famiglie e persone in situazione di disagio e marginalità è aumentata notevolmente, sono davvero molti i nostri concittadini che si sono trovati a dover fare i conti con una situazione improvvisa di difficoltà: i buoni spesa e le iniziative di solidarietà consentono di resistere nell’emergenza, ma è importante e auspicabile che la ripresa permetta il ritorno alla normalità che, in molti casi, significa anche la possibilità di tornare al lavoro".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità