Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:59 METEO:CECINA15°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 22 marzo 2017 ore 14:00

Il cittadino dell'anno è un medico

Il Premio Cecina quest'anno è andato a Santino Marchi, direttore dell’unità operativa complessa di gastroenterologia. Gli altri riconoscimenti



CECINA — Alla presenza delle autorità cittadine e davanti ad un nutrito pubblico si è svolta, nella serata di lunedì, la cerimonia del premio Cecina 34esima edizione. La commissione ha individuato come cittadino dell’anno il professor Santino Marchi, direttore dell’unità operativa complessa di gastroenterologia presso l’azienda ospedaliera pisana, quale esempio di eccellenza in campo medico chirurgico.

Nel corso della serata sono stati inoltre assegnati otto riconoscimenti speciali.

A Luciano Busdraghi fondatore dell’associazione Amici della Natura ha ritirato il premio la moglie Ursula Vetter; attestato alla memoria anche al professor Mario Sermoni per gli importanti progetti di sperimentazione scolastica e per l’impulso dato allo sviluppo del teatro amatoriale ha ritirato la targa la signora Maria Montereggi Sermoni.

Premi al mondo dell’associazionismo a: Lia Pieretti Bacci Unitre, a Giuseppe Bernardo per il prezioso e lungo impegno profuso nel campo sociale e del volontariato in particolare come presidente dell’Auser filo d’Argento Cecina Riparbella e a Carlo Giannini per il decennale impegno nella diffusione e valorizzazione della cultura musicale e bandistica.

A seguire, un riconoscimento speciale al tenente colonnello Massimo Celati per l’impegno profuso nel Corpo Forestale, ora assorbito dall’Arma dei Carabinieri. In occasione del 150 anniversario della polizia municipale, è avvenuta la consegna simbolica all’attuale comandante Armando Ore della storica daga, la sciabola restaurata che nel 1867 faceva parte dell’armamentario della prima guardia municipale del Fitto.

Riconoscimenti anche alle imprese dell’ingegno, due i premiati: il primo l’ingegner in telecomunicazioni Alberto Zoppi per la brillante carriera internazionale presso i maggiori operatori mondiali di reti e networks, il secondo agli studenti della quinta A del liceo scientifico Fermi per la realizzazione del calendario Tra storia e memoria, per non negare risultati vincitori di un concorso regionale.

La serata, presentata da Silvia Simoni, affiancata dal giovane rappresentante studentesco Giovanni Boni, ha visto alternarsi sul palco nella consegna dei premi il vicesindaco Giovanni Salvini, il presidente del consiglio comunale Luigi Valori, l’assessore Lia Burgalassi e Don Marco parroco del Duomo.

La Filarmonica Mascagni, il Coro Unitre e il tenore Massimo Gentili hanno allietato la serata con intermezzi musicali.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una segnalazione ha fatto intervenire la Polizia Municipale che ha sorpreso l'uomo con le buste della spesa. E' scattata la denuncia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Politica

Attualità