QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi -5°13° 
Domani -4°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 18 dicembre 2018

Attualità lunedì 22 maggio 2017 ore 16:30

Più sicurezza stradale e idraulica

Punti luce a led, nuovo asfalto e costruzione di un muro di protezione al fosso dei Trogoli. Tutti i lavori in corso a Marina di Bibbona



BIBBONA — Lavori in corso nella frazione di Marina di Bibbona, programmati per garantire una migliore fruibilità e sicurezza sia dei turisti che dei residenti. Diversi gli interventi e le zone interessate dai lavori: quasi ultimati i lavori per la sostituzione ed implementazione dei punti luce stradali, sostituiti con lampade a led. Con la modifica degli attuali lampioni posti in via dei Sorbizzi, che prevedono l’installazione di mensole a sbraccio al fine di garantire una migliore luminosità sulla sede stradale, si conclude la prima fase di un processo che riprenderà in autunno con la sostituzione delle lampade di via del Mare, Piazza del Forte e la parte terminale di via dei Cavalleggeri sud.

In secondo luogo, sono iniziati i lavori di rifacimento degli asfalti e della relativa segnaletica orizzontale di via dei Cavalleggeri Nord, dall’innesto con la via Provinciale dei Melograni fino al congiungimento con via della Pineta, e tutta la via dei Cavalleggeri Sud, fino al raggiungimento della Piazza del Gineprino.

“Si tratta di una serie di lavori che l’Amministrazione comunale – commenta il Sindaco di Bibbona Massimo Fedeli – mette in agenda al fine di migliorare, da un punto di vista qualitativo, la fruibilità delle strade e la vivibilità stessa della frazione, letteralmente presa d’assalto da centinaia di migliaia di turisti durante la stagione estiva”.

E’ prevista, inoltre, la sistemazione del primo tratto di via dei Platani, che presenta criticità notevoli, un intervento che prevede anche la sistemazione della barriera di protezione della pista ciclabile.

Con la collaborazione di Avip, che gestisce la segnaletica commerciale nel territorio comunale, è in corso una pulizia formale della segnaletica anche stradale, al fine di eliminare, soprattutto sui marciapiedi, quegli ostacoli che impediscono spesso la facile fruibilità.

L’intervento più significativo, iniziato in questi giorni, è comunque quello finalizzato a ridurre il rischio idraulico nella parte sud dell’abitato di Marina (fosso dei Trogoli) e consiste nella realizzazione di un muro di protezione in cemento armato di circa 1,20 metri, rivestito di pietra per mitigare l’impatto visivo. 

“Tale opera rientra nella più ampia pianificazione che questa Amministrazione – spiega l’assessore ai lavori pubblici Enzo Mulè - si è prefissata, allo scopo di arginare il fenomeno delle alluvioni e che prevede tra le altre cose, interventi già realizzati come la pulizia delle griglie stradali, delle condutture interrate tramite operazioni di video ispezioni. Siamo consapevoli che ancora molto bisogna fare per fronteggiare questo fenomeno che, a seguito dei ripetuti e purtroppo frequenti processi alluvionali, rappresenta sempre di più un diffuso pericolo per la pubblica incolumità e per le infrastrutture pubbliche e private del nostro territorio. E’ per questo motivo che continueranno le attività di monitoraggio e pulizia delle fognature bianche, con l’individuazione di aree di accumulo per le prime piogge, e che sarà profuso un impegno sempre maggiore al fine di portare a compimento le opere più importanti previste sul territorio, come la realizzazione di un fosso di guardia a monte dei campeggi di Marina di Bibbona, intervento il cui iter procedurale è in una fase intermedia ed è auspicabile una sua ultimazione a fine stagione estiva. Infine, preme rilevare – conclude l’Assessore Mulè - che questa è una “battaglia” che deve essere combattuta da tutti i soggetti coinvolti compresi gli operatori turistici in particolare i campeggi, che sono invitati ad adottare accorgimenti all’interno delle loro strutture atti a mitigare il fenomeno delle acque di ristagno. L’invitò è anche rivolto ai proprietari dei terreni agricoli, che devono garantire tramite adeguata pulizia delle fossette campestri e stradali di loro competenza il regolare deflusso delle acque provenienti appunto dal reticolo idraulico minore”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro