QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 23 novembre 2017

Attualità lunedì 02 ottobre 2017 ore 16:20

Il consiglio comunale vicino ai lavoratori Tuodì

L'assemblea rosignanese ha apporovato all'unanimità un ordine del giorno presentato dai consiglieri del Movimento 5 stelle

ROSIGNANO MARITTIMO — "Non siamo riusciti a rimanere indifferenti riguardo della crisi aziendale in atto da mesi nel gruppo commerciale Tuodì - ha spiegato dopo l'approvazione Francesco Serretti, capogruppo M5s -, presente in tutta Italia e nel nostro Comune con un supermercato nella zona delle Morelline" 

La crisi del gruppo Tuodì ha avuto come conseguenza la parziale chiusura dei 400 negozi appartenenti alla catena aziendale, attualmente semi vuoti e con personale ridotto; la società ha disposto la chiusura momentanea di 123 punti vendita in 14 regioni, con 500 addetti (su 4mila totali), con la motivazione della necessità di attesa del ciclo di forniture, promettendo da settembre una progressiva riapertura. 

"Ci siamo resi disponibili a seguire le difficoltà dei lavoratori - ha aggiunto Serretti -, incontrandone i rappresentanti, e abbiamo valutato insieme l'importanza di inviare un segnale di vicinanza, che si è tradotto in un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale, per metterlo in condizione di esprimere solidarietà e sostegno ai lavoratori coinvolti nella crisi, allo scopo di avviare un dibattito che possa delineare una proposta di intervento del Sindaco, a livello regionale o nazionale, tesa a favorire l’attenzione necessaria verso la difesa occupazionale del lavoratori del gruppo Dico, e per contribuire ad una conclusione positiva della crisi in atto". 

"Quando si parla di crisi del lavoro - ha osservato l'altra consigliera cinquestelle, Elisa Becherini -, è dovere per chi rappresenta i cittadini, accantonare le diversità politiche, e unirsi nella solidarietà e nel sostegno, un passo fondamentale per saldarsi con i lavoratori in difficoltà, per porre le basi di un'unità da spendere nei luoghi atti all'incontro. Con questo atto speriamo di avere dato voce alle difficoltà dei lavoratori in primo luogo, di avere rafforzato l'attenzione delle forze politiche verso chi vive in stato di precarietà lavorativa, di aver dato un segnale positivo affinchè le istituzioni non abbassino la guardia verso questa crisi ma più in generale verso il tema dell'occupazione. Per questo siamo soddisfatti di aver constatato l'unanimità sull'atto".

"Sappiamo che nei primi giorni di settembre è stato siglato l’accordo per la cassa integrazione - ha infine ricordato il consigliere Mario Settino -, 35 punti vendita sono stati riaperti, rispetto ai 123 in tutta Italia, chiusi ad inizio crisi; in generale si intravede un miglioramento, ma restano molte incertezze, e tutta la preoccupazione: i lavoratori infatti non hanno riscosso interamente quanto gli spetta. A questo punto auspichiamo il massimo impegno da parte del Sindaco del nostro Comune, considerando che in Regione è stata approvata una mozione per avviare un tavolo sulla crisi Tuodì, che può prevedere il coinvolgimento delle rappresentanze istituzionali dei territori coinvolti. Con il nostro atto abbiamo creato un clima favorevole, ci auguriamo che siano intraprese tutte le scelte necessarie in Regione e presso il Ministero dello Sviluppo Economico, con il massimo impegno e responsabilità".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità