QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 13°27° 
Domani 13°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 24 maggio 2016

Attualità lunedì 01 febbraio 2016 ore 16:00

Il portafogli dei politici è online

I redditi del sindaco, dei consiglieri e degli assessori sono disponibili sul sito del Comune. Le dichiarazioni sono relative al 2014. Ecco cosa emerge

CECINA — I redditi dei politici sono online. A imporre la trasparenza è un decreto legislativo del 2013: consiglieri, assessori e sindaco sono costretti a rendere noto l'ammontare dei loro introiti.

I dati del patrimonio di ciacun politico sono disponibili sul sito web del Comune: il più ricco risulta essere Federico Cartei, commercialista, con 120mila 436 euro di imponibile. All'altro estremo della curva troviamo lo studente universitario Lorenzo Gasperini e i suoi 329,85 euro.

Insomma, grandi diversità nelle disponibilità economiche degli amministratori. Una costante sembra essere la scelta di non rendere noto l'imponibile del coniuge, ma per il resto, i dati forniti in ottemperanza della legge che impone trasparenza per i Comuni sopra i 15mila abitanti, sono molteplici: così finiscono nero su bianco non solo i redditi, ma anche i diritti su eventuali immobili, le spese sostenute, le azioni o le quote di partecipazione a società.

L’assessore al bilancio Federico Cartei, come già detto, è il primo della lista fra i benestanti, avendo dichiarato un reddito imponibile di oltre 120mila euro. Dopo di lui c'è il sindaco Samuele Lippi, responsabile dell’area Energia di Unicoop Tirreno: il primo cittadino ha dichiarato 41.879 euro. Il terzo posto va all'assessore all’economia produttiva Paolo Biasci: lavora per Confesercenti e dallo scorso luglio ha scelto di avvalersi dell’aspettativa per la durata del mandato: il suo reddito dichiarato è di 36mila 387 euro.

Proseguendo nella classifica troviamo il vicesindaco e assessore alla qualità della vita Giovanni Salvini, insegnante con un reddito di 28.013 euro; quindi l’assessore al Patrimonio Caterina Barzi, avvocato, con 10mila 629 euro; l’assessore allo sviluppo sostenibile Sabrina Giannini (sta per laurearsi in Architettura) con un reddito di 5mila 961 euro.

In Consiglio è il capogruppo di Forza Italia Paolo Barabino a vantare il portafogli più "gonfio": il suo reddito risulta essere di 112mila 211 euro. Il suo collega Paolo Pistillo (commercialista) dichia 97mila 837 euro mentre Antonino Vecchio, sempre di Forza Itaia, dichiara 33mila 186 euro. Luigi Valori, presidente del consiglio ha dichiarato 17mila 849 euro.

A proposito della maggioranza, Fabio Stefanini capogruppo di Per Cecina, ha dichiarato 26mila 281 euro e il capogruppo di Ispirazione Dem Massimo Gentili 29mila 391 euro. L’avvocato Pamela Tovani, capogruppo di Cecina Civica, ne ha dichiarati 17mila. Per il Partito Democratico Francesco Gori dichiara 4mila 240,62; Edoardo Battini 5mila 903, Nicola Imbroglia 15mila 906, Barbara Suffredini 18mila 205, Mauro Niccolini 27 mila 623, Meris Pacchini 29mila 236, Ilaria Cappelli 24mila 509. Quindi i grillini: per Rosanna Farinetti risultano 15mila euro. Il capogruppo di Cecina Insieme Lorenzo Gasperini annota solo 329,85 euro.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità