Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:CECINA24°34°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 07 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

Attualità mercoledì 06 maggio 2015 ore 05:30

Un presidio permanente fuori dallo stabilimento

Si continua a lavorare: è questo l'esito dell'assemblea dei 193 lavoratori della Smith Bits di Saline, dopo l'incontro con i vertici dell'azienda



VOLTERRA — Al mattino i dipendenti hanno protestato con rabbia a Pisa, mentre l'amministratore delegato incontrava le rappresentanze sindacali. Dopo le oltre due ore di attesa, uno spiraglio sembra esserci. E nel pomeriggio si sono riuniti in assemblea a Saline ricevendo anche la visita del presidente della Toscana Enrico Rossi. Come prima contromossa all'incontro con l'ad di Smith Bits Giuseppe Muzzi, i lavoratori ieri, 5 maggio, hanno deciso di fare un presidio permanete fuori dalla fabbrica, che sarà allestito nei prossimi giorni.
Si continua a lavorare, dunque, nello stabilimento che non sarà, almeno per il momento occupato. E' tutto ancora da organizzare, dai turni, ai permessi, agli aspetti logistici. Ma la Protezione Civile ha già garantito che fornirà le tende e quanto necessario per il presidio. Quindi probabilmente si potrà iniziare già da lunedì.
Una prima risposta quella di una assemblea permanente fuori dalla fabbrica che arriva dopo il primo confronto con l'azienda che aveva annunciato inizialmente la chiusura totale entro 75 giorni. Dopo quello di ieri a Pisa, sarà fissato un altro confronto con Smith Bits, dopo che l'amministratore delegato avrà riferito al consiglio di amministrazione del gruppo Schlumberger le proposte dei lavoratori. Che sono essenzialmente due, come spiega Andrea Pagni, rsu di Smith: "abbiamo fatto presenti all'azienda le nostre ragioni che vanno dall'ulitizzo della cassa integrazione ancora rimanente a quelli che potrebbero essere scenari di ricollocazione dello stabilimento".
Serve tempo, dunque, e davanti ci sono ancora circa 7 mesi di cassa integrazione da poter utilizzare. Ma per trattare con l'azienda sarà fondamentale portare sul tavolo al prossimo incontro una proposta seria da parte di Rsu e sindacati, concertata con i lavoratori e con le istituzioni, prima fra tutte la Regione. 
Mentre l'azienda dovrà vagliare intanto le istanze dei 193 dipendenti e tenere aperta la porta, dopo che ieri le due parti sono arrivate con due posizione diametralmente opposte. "E' stato un confronto aspro e duro - ha spiegato Pagni uscendo dall'incontro con l'ad - che ci ha visto partire ognuno con le proprie posizioni: l'azienda ha ribadito quello che in partenza aveva già dichiarato, ossia la messa in mobilità di tutti i dipendenti; noi abbiamo dato una risposta ferma e decisa su tutte le conseguenze che avrebbe generato una tale decisione e abbiamo fatto presente le nostre ragioni, vedremo se avranno contribuito a modificare le loro condizioni di partenza". 
In questo spiraglio aperto si inserisce il lavoro da fare per elaborare una strategia: "abbiamo un percorso comune da affrontare - spiega Pagni - non solo sul piano sindacale e aziendale, ma anche sul piano istituzionale: le istituzioni giocano un ruolo fondamentale".
Istituzioni che ieri si sono già brevemente confrontate: gli amministratori locali, ancora una volta insieme, hanno incontrato Rossi prima della sua partecipazione all'assemblea dei lavoratori.
E in merito al primo incontro con l'azienda arriva il commento del sindaco di Volterra Marco Buselli: "almeno non si è concluso con un mancato accordo, la situazione è sospesa ma la mobilitazione continua".
"Rossi si è detto disponibile a collaborare e interagire con le risorse del territorio come geotermia, sale e tutte le altre realtà - spiega il sindaco di Pomarance Loris Martignoni - per rendere l'aria più appetibile". "Il presidente ha già contattato le aziende pubbliche e ha parlato di incentivi - aggiunge - ma serve tempo e ora dobbiamo metterci al tavolo e tenere viva questa trattativa".

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana nelle ultime 24 ore i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati sono 1.777 su 13.093 tamponI effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Sport

Attualità