comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 22°25° 
Domani 21°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 10 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Lavoro venerdì 26 giugno 2020 ore 09:53

Sciopero CupTel, sedici lavoratrici nel limbo

Cornetta del telefono (Foto di repertorio)

Filcams-Cgil: "A quanto ci risulta il call center di Livorno adibito a CupTel sarà smantellato. Sarebbe un errore". Presidio a Ospedaletto



LIVORNO — Fino a sabato 27 Giugno le 16 lavoratrici impiegate presso il CupTel dell'Asl livornese saranno in sciopero per denunciare la grande incertezza sul loro futuro (leggi qui l'articolo collegato)

"La preoccupazione è alta: - ha spiegato in una nota Filcams-Cgil - per questo le lavoratrici hanno deciso di organizzare un presidio di protesta proprio davanti alla sede Estar di Pisa, in zona Ospedaletto. Le lavoratrici sono poi state ricevute dai vertici Estar e in quell'occasione hanno ribadito tutte le loro preoccupazioni. Non ci fermiamo: già nei prossimi giorni chiederemo chiarimenti anche alla Regione".

L'appalto del CupTel Asl, fino a oggi gestito dall'azienda Sds, scadrà il prossimo 30 Giugno, o al massimo a fine Luglio, in caso di proroga in extremis, ma non è ancora chiaro quale siano le prospettive occupazionali delle 16 lavoratrici

"A quanto ci risulta - ha proseguito il sindacato - il call center di Livorno adibito a CupTel sarà smantellato e il servizio di prenotazione visite verrà riorganizzato con altre modalità, molto probabilmente tramite il ricorso a sportelli polifuzionali. Tutto ciò avrà un impatto negativo non solo sulle lavoratrici ma anche sui cittadini: prenotare telefonicamente una visita sarà molto più difficile e richiederà più tempo, e dunque gli utenti saranno costretti a presentarsi direttamente davanti agli sportelli. Non si sa neanche quale tipo di mansione andranno a svolgere le lavoratrici fino a oggi impiegate presso il CupTel, quale sarà la loro sede di lavoro e con quale contratto verranno inquadrate". 

Le lavoratrici, dunque, chiedono di far chiarezza sul loro futuro e che sia tutelata la loro professionalità, frutto anche di molti anni di esperienza. 

"Fino ad oggi - viene sottolineato - queste lavoratrici hanno sempre dimostrato serietà e grande senso di responsabilità. Durante l'emergenza Covid-19 ad esempio, esse hanno continuato a fornire ininterrottamente il loro prezioso lavoro. La pandemia ha dimostrato quanto sia importante rinforzare e investire su questo settore. I cittadini, soprattutto, hanno diritto a servizi di qualità. La professionalità e la serietà di queste lavoratrici dev'essere valorizzata. Oggi più che mai".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità