Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:09 METEO:CECINA23°30°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Cronaca giovedì 08 giugno 2023 ore 14:09

Bussano alla porta, madre e figlia sventano truffa

Non convinte dell’appartenenza dell’uomo alla società di distribuzione, hanno riconosciuto la tipologia di truffa tra quelle illustrate dai militari



ROSIGNANO MARITTIMO — Grazie alle informazioni e ai consigli ricevuti durante uno dei tanti incontri tenuti dall’Arma su tutto il territorio provinciale, una donna di Rosignano Marittimo che aveva partecipato ad uno di questi è riuscita a sventare un verosimile tentativo di truffa da parte di un finto dipendente della società di erogazione dell’energia elettrica il quale, con insistenza, stava tentando di convincere l’anziana madre convivente 81enne ad accedere all’interno della sua abitazione per un presunto controllo del contatore. 

La donna, non convinta dell’effettiva appartenenza dell’uomo alla società di distribuzione, poiché lo stesso aveva un cartellino al collo girato al contrario in modo da non essere leggibile ed indossava un comune giubbetto di alta visibilità vendibile anche ai supermercati, e riconosciuta la tipologia di truffa tra quelle illustrate dai militari, ha detto ad alta voce che stava chiamando il 112 provocando l’immediata fuga dell’uomo. Prontamente è intervenuta sul posto una pattuglia dell’Arma per acquisire elementi utili all’identificazione del presunto dipendente. Il Comandante della Compagnia di Cecina, che personalmente ha tenuto alcuni degli incontri nel cecinese, ha voluto complimentarsi con la donna la cui prontezza ha scongiurato altre possibili truffe ai danni di vicini.

Il Comando Provinciale dell’Arma, di concerto e con la collaborazione di enti locali, autorità religiose e associazioni, continuerà a svolgere incontri per parlare con la popolazione e informarla sulle modalità attraverso le quali le truffe vengono attuate e fornire consigli mirati finalizzati a difendersi da queste tecniche sleali utilizzate dai malviventi per raggirarli. 

Qualora si presenti qualcuno di sospetto alla porta, il consiglio è sempre quello di diffidare delle apparenze e tenere il cellulare a portata di mano per potersi rivolgere per qualsiasi dubbio o assicurata da una catenella. Anche in caso di consegna di plichi o pacchi è sempre opportuno che gli stessi vengano fatti lasciare all’esterno. Se inavvertitamente è stato concesso l’ingresso, il consiglio è quello di mantenere la calma e invitare i soggetti con decisione verso l’uscita di casa. Un ulteriore consiglio è quello di utilizzare il cellulare per chiamare il 112 affinché sia la chiamata sia automaticamente localizzata consentendo un tempestivo intervento delle forze di polizia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I carabinieri hanno denunciato tre giovani che avevano affittato un piccolo appartamento dove erano stati notati strani movimenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità