Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:13 METEO:CECINA21°26°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 24 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, il video del crollo del palazzo di dodici piani

Attualità giovedì 07 febbraio 2019 ore 17:00

Autocertificazione contro fascismo e razzismo

​Il Consiglio Comunale riunito il 5 febbraio ha approvato all’unanimità la mozione per l’autocertificazione contro fascismo, nazismo e razzismo



ROSIGNANO MARITTIMO — Il Consiglio Comunale riunito il 5 febbraio ha approvato all’unanimità la mozione per l’autocertificazione contro fascismo, nazismo e razzismo, da parte di chiunque organizzi eventi pubblici sul territorio comunale (favorevoli Pd, Riformisti per Rosignano-Psi e Movimento 5 Stelle; Gruppo misto e Forza Italia non hanno partecipato alla votazione).

La mozione, presentata dall’Anpi locale ad una Conferenza dei Capogruppo, è stata discussa in altre sedute della stessa conferenza e poi trattata nella I Commissione Consiliare del 22 gennaio, che ha discusso il contenuto e apportato brevi modifiche.

Il documento, firmato da tutti i consiglieri Pd, Riformisti-Psi e M5S, prende le mosse dal fatto che “la Città di Rosignano Marittimo fonda la propria azione sui principi e valori della Costituzione italiana e della Resistenza, in quanto ha impegnato la sua migliore gioventù nella lotta alla dittatura fascista e poi nella guerra di resistenza partigiana contro il nazifascismo contribuendo alla Liberazione dell’Italia” recita il testo.

Per questo “il Comune di Rosignano Marittimo intende operare, attraverso l’azione amministrativa, nell’ambito della propria autonomia e delle funzioni delegate o attribuite dallo Stato, per facilitare la concreta realizzazione dei principi costituzionali, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni pubbliche, di condizioni personali e sociali, nel rispetto della libertà e dell’uguaglianza dei cittadini”. In concreto “il Comune opererà contrastando la propaganda di immagini e/o comportamenti dai contenuti fascisti, razzisti, omofobi o comunque discriminatori”.

Attraverso la mozione il Comune raccoglierà l’invito del Consiglio ad “inserire nei regolamenti comunali (regolamento per l’alienazione e la gestione degli immobili comunali, regolamento per l’utilizzo delle sale conferenze, regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani) un articolo che preveda l’obbligo, per tutti coloro che intendono organizzare eventi pubblici sul territorio comunale, di sottoscrivere un’autocertificazione di contrarietà a fascismo, nazismo, razzismo, sessismo, omofobia e quanto altro sia contrario ai valori costituzionali”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da Cecina e San Vincenzo tantissimi messaggi di cordoglio dopo essersi diffusa la notizia della morte di Flavia Tenerelli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità