QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 15°18° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 21 settembre 2019

Cronaca giovedì 12 settembre 2019 ore 16:00

800 grammi di droga in casa, fratelli arrestati

Due fratelli, entrambi incensurati, sono stati arrestati dai Carabinieri. Nella loro abitazione trovati quasi 800 grammi di marijuana



ROSIGNANO MARITTIMO — Ennesima brillante operazione da parte dei militari del Nucleo Operativo di Cecina e della Stazione di Castiglioncello, entrambi alle dipendenze della Compagnia Carabinieri di Cecina, comandata dal Capitano Christian Bottacci, che nella notte scorsa, a conclusione di una mirata attività investigativa finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due fratelli residenti a Cecina e a Castiglioncello entrambi incensurati.

Uno è stato colto in flagranza di reato mentre consegnava due dosi di cocaina ad un giovane in via Aurelia a Rosignano Solvay. Allo scambio hanno assistito i militari del Norm di Cecina, diretti dal neo comandante Di Nardo i quali, intervenuti, dopo una breve fuga da parte dell'uomo, lo hanno tratto in arresto nelle vicinanze dell’attività di ristorazione mobile del fratello.

Pertanto i controlli sono stati estesi anche a quest’ultimo e a seguito di perquisizione personale nelle loro abitazioni di Cecina e di Castiglioncello, i militari hanno rinvenuto complessivamente in loro possesso:

780 grammi circa di “marijuana”, poco meno di cinquemila euro in contanti verosimile provento di spaccio, una bilancina elettronica di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Il tutto è stato, pertanto, posto sotto sequestro.

I reperti e la somma di denaro verranno custoditi in attesa di essere versati rispettivamente presso l’ufficio corpi di reato e sul libretto di deposito giudiziario.

Entrambi i fratelli sono stati associati in regime di “arresti domiciliari” presso le proprie abitazioni, a disposizione della Procura, mentre il “cliente” è stato segnalato alla Prefettura.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Attualità