QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 12° 
Domani -1°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
mercoledì 19 dicembre 2018

Attualità martedì 22 agosto 2017 ore 16:00

Ventiquattro accampamenti abusivi sulle spiagge

Blitz del gruppo interforze che ha smantellato tende e materassi piazzati tra Pietrabianca e Lillatro. Fioccate multe da 200 euro a testa



ROSIGNANO M.MO — Un nuovo blitz del gruppo interforze ha portato domenica scorsa all’accertamento di 24 accampamenti abusivi sulle spiagge tra Pietrabianca e Lillatro. Salgono così a 76 le violazioni accertate sugli arenili di Rosignano Solvay e Vada per casi simili nel corso della stagione estiva.

Il controllo mirato sul litorale è scattato alle 7,30 e ha coinvolto la polizia municipale di Rosignano Marittimo con gli agenti del commissariato di Rosignano Solvay, della stazione dei carabinieri di Rosignano Solvay, della guardia di finanza di Castiglioncello e della capitaneria di porto di Vada. La richiesta è partita dalla municipale a causa dei numerosi esposti arrivati all’amministrazione comunale, ed è stato concordato durante il tavolo tecnico interforze di lunedì 14 agosto, convocato dal Dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Rosignano Solvay.

campeggiatori abusivi avevano allestito piccoli accampamenti con tende, materassi e barbecue portatili, trascorrendo la notte sull’arenile. Queste attività sono vietate dal Regolamento comunale del Demanio Marittimo (art. 34), che proibisce di campeggiare, accendere fuochi - anche se confinati in bracieri e simili contenitori – e lasciare ombrelloni, sedie a sdraio, tende e altre attrezzature, nelle aree libere dell’arenile dalle ore 20 alle ore 8 del mattino. La violazione comporta il pagamento di una sanzione amministrativa di 200 euro.

Domenica il gruppo interforze ha accertato 24 violazioni di natura amministrativa a carico di altrettanti cittadini stranieri (peruviani, ecuadoregni, rumeni, moldavi, albanesi, belgi) e italiani, tutti residenti sul territorio nazionale. È stata anche sequestrata una tenda rinvenuta sulla spiaggia.

Questi controlli sono frutto di attività congiunta tra le forze di Polizia dello Stato presenti sul territorio, il Corpo di Polizia Municipale e la Capitaneria di Porto, che interessa varie zone e diverse situazioni del territorio comunale di Rosignano. “Anche grazie alle segnalazioni dei cittadini possiamo prevenire le situazioni di abusivismo, che purtroppo proliferano in modo consistente nel corso dell’estate - afferma la comandante della polizia municipale di Rosignano Dalida Cosimi – in questo è fondamentale la sinergia tra le varie forze di polizia, che nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica si è dato l’obiettivo di contrastare i fenomeni di illegalità per contribuire alla sicurezza dei cittadini”.    



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca