Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:CECINA10°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il presidente della Camera Fico legge i risultati della prima giornata di votazioni

Attualità sabato 04 giugno 2016 ore 16:00

"Ecomar, i cittadini devono sapere"

La Ecomar a Polveroni

I consiglieri Becherini, Settino e Serretti sono intervenuti sull'incidente avvenuto l'11 aprile: "Lo stabilimento deve essere spostato"



ROSIGNANO M.MO — "Torniamo sulla vicenda avvenuta allo stabilimento Ecomar di Vada - ha detto Elisa Becherini - in cui si è sviluppata una nube tossica di acido solfidrico che ha investito l’area circostante, conseguenza di un miscelamento tra sostanze incompatibili. Questo evento ha creato un forte disagio agli abitanti dei Polveroni e zone limitrofe, dovuto al cattivo odore, ma anche fenomeni di irritazione alla gola, agli occhi e alle vie respiratorie come testimoniato da molti cittadini. E’ da considerare il grave ritardo delle tranquillizzanti affermazioni delle autorità, rispetto all'evento, lo stato di allarme e di potenziale pericolo è durato diversi giorni ma solo dopo tre quattro giorni la reazione è stata messa sotto controllo con il finire delle esalazioni di acido solfidrico. Quest'ultimo episodio è il più grave di una serie di altri eventi di disagio ambientale accaduti nello stabilimento Ecomar di Vada, a partire dall'episodio di inquinamento dei pozzi e delle falde acquifere del giugno del 2006 e altri che ci testimoniano gli stessi cittadini. Attraverso una nostra mozione chiediamo al sindaco e alla giunta a fornire tutte le informazioni riguardo alle cause che hanno determinato l'incidente all'interno dello stabilimento Ecomar, ai tempi con cui sono state allertate le autorità e i cittadini, ai tempi di intervento nella risoluzione dell'emergenza". 

L'altro consigliere Mario Settino ha aggiunto: "La commissione deve essere istituita urgentemente. Inoltre chiediamo tutte le informazioni necessarie sulle specifiche misure dell’amministrazione di messa in sicurezza, eventuale bonifica e salvaguardia della salute pubblica. Ma non solo. Chiediamo che si proceda al riesame approfondito di tutta la situazione della localizzazione, dei permessi, delle autorizzazioni e delle tipologie di attività esercitate e dei prodotti trattati da Ecomar, anche in virtù di quanto riportato nel regolamento urbanistico del Comune di Rosignano Marittimo".

A concludere l'interventod dei Cinque stelle è stato Francesco Serretti: "Tale criticità risulta ulteriormente aggravata per il fatto che l’area fa parte di una zona definita ad alto rischio industriale ed è adiacente all'area in cui è applicata la direttiva Seveso, nelle immediate vicinanze dello stabilimento Solvay di Rosignano. Per questo chiediamo che venga stipulato un protocollo d 'intesa per la futura delocalizzazione dello stabilimento industriale Ecomar".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana i nuovi contagi sono 5.603 su 34.405 test in base al report della Regione Toscana relativo alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità