Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:19 METEO:CECINA14°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
venerdì 05 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Ibra racconta il suo viaggio per arrivare all'Ariston: «Sembrava di essere in un film»

Imprese & Professioni giovedì 21 gennaio 2021 ore 12:42

​Resilienza: la parola dell’anno anche sul posto di lavoro

Resilienza, la parola più usata e abusata di questo 2020



TOSCANA — Resilienza è sicuramente una delle parole più utilizzate dell’anno e può diventare anche un concetto importante anche in azienda. In poche parole, si tratta della capacità di reagire anche quando le circostanze non sono a favore. (Per un maggiore approfondimento sull'origine e il significato della parola resilienza si consiglia la lettura di questo articolo dell'Accademia della Crusca).  Una persona resiliente, nonostante le difficoltà, è in grado di far fronte a ogni problema. A questo si aggiunge un altro passaggio cioè la capacità di trovare nuova energia e nuovo slancio dall’esperienza vissuta. In questo breve articolo è possibile scoprire perché la resilienza è importante anche sul posto di lavoro e come costruirla.

Resilienza: perché è importante

Forse a molti la parola resilienza potrà sembrare un po’ inflazionata in questo periodo ma si tratta di un aspetto molto importante per ragioni diverse. È la capacità di adattarsi e riprendersi quando il lavoro non va nel modo previsto. Un lavoratore resiliente non si ferma ai suoi fallimenti ma ne trare una lezione importante per imparare e andare avanti.

Una persona resiliente coglie la difficoltà come una sfida. In questo modo, errori e fallimenti diventano lezioni opportunità di crescita, evitando che abbassino l’autostima. Altro piccolo trucco per tenere alto il morale è utilizzare frasi motivanti grazie a i prodotti per esporre avvisi in azienda.

Fissare e perseguire gli obiettivi è un aspetto che contraddistingue una lavoratrice resiliente. Questo permette di trovare impegno e slancio nel lavoro di tutti i giorni ma anche nella vita in generale. A questi due primi aspetti se ne aggiunge un terzo che riguarda invece il controllo personale. Chi sviluppa la resilienza ha un ottimo controllo del tempo e delle energie, senza perderli nel lamentarsi e autocommiserarsi. Inoltre, le persone resilienti anche sul posto di lavoro hanno caratteristiche comuni come la positività, l’empatia e la responsabilità.

Resilienza: come svilupparla sul posto di lavoro

Ci sono diverse tecniche che aiutano a sviluppare la resilienza anche sul posto di lavoro. Infatti, si può imparare ad avere una mentalità e un atteggiamento che punta alla resilienza agendo su diversi aspetti della vita quotidiana. Per iniziare, bisogna imparare a prendersi cura di sé dormendo a sufficienza e facendo esercizio fisico perché questo aiuta a combattere meglio le sfide nel quotidiano.

Una tecnica psicologica per padroneggiare la resilienza è il pensiero positivo. Si tratta di prendere consapevolezza di come si gestiscono i pensieri negativi costruendo un clima negativo e auto sabotandosi. Certo, potrebbe sembrare facile diventare resilienti da un giorno all’altro ma è estremamente difficile per tutte quelle persone che non hanno autostima. Le persone resilienti sono fiduciose anche se subiscono battute d’arresto; credere in sé stessi e nelle proprie capacità concentrandosi sugli aspetti positivi invece negativi è di grande aiuto.

È necessario imparare a essere più flessibili, evitando di costruirsi delle aspettative troppo rigide che puntualmente fanno rimanere delusi. Inoltre, gli obiettivi prefissati devono essere anche realizzabili e raggiungibili altrimenti non si riesce a riconoscere il proprio valore. Anche sviluppare relazioni positive e solide con i colleghi sul posto di lavoro è altrettanto importante.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS