Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:CECINA22°27°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Attacco hacker Regione Lazio, Zingaretti: «Attacchi di stampo terroristico, ci stiamo difendendo»

Attualità giovedì 19 marzo 2015 ore 13:00

Il peperoncino di Rita da Bibbona a Roma

La giunta comunale consegnerà un premio all'imprenditrice Salvadori, regina del piccante che ha portato le sue specialità oltre i confini toscani



BIBBONA — La sua ricetta più conosciuta è la “Bibbonata”: tra gli ingredienti pasta fresca, olio extravergine di oliva e peperoncini freschi Scotch Bonnet o Erotico. Già solo nel nome di questo piatto prelibato si capisce come il “Premio Bibbona” sia ampiamente meritato per l’imprenditrice Rita Salvadori.

Il riconoscimento simbolico è assegnato dal 2008 dalla giunta comunale al concittadino in grado di portare il nome di Bibbona in Italia e al di fuori dei confini nazionali. Dopo i punti vendita di Castagneto Carducci e Volterra, infatti, è stato aperto anche quello nel cuore di Roma, a due passi dal lungo Tevere e a meno di due chilometri dal Colosseo. 

Rita Salvadori ha il cuore della sua azienda proprio a Bibbona: quattro ettari coltivati con metodo biologico/biodinamico. Peperoncino, ovviamente ma non solo: ortaggi, oliveto (prodotto della tradizione di famiglia), frutteto e molto altro nei suoi terreni. Il cuore della produzione, dunque, a Bibbona, ma la capacità di farsi apprezzare per un prodotto solo all’apparenza di nicchia come il peperoncino arriva in tutto il mondo. Nessun tipo di additivo, colorante e conservante per un prodotto che per la prima volta permette ad una imprenditrice di ricevere il “Premio Bibbona”.
Rita Salvadori, infatti, è la seconda donna premiata nelle otto edizioni dopo la pittrice Daniela Caciagli. La “regina” del peperoncino è l’esempio che meglio incarna l’impegno per investire per promuovere il territorio. Il rispetto del territorio, poi, è stata la prima e più difficile sfida di Rita Salvadori: una sfida vinta mantenendo i principi il microclima e la fauna locale e portando, in ogni occasione, anche televisiva, il nome di Bibbona nel mondo. E Peperita resta come una delle eccellenze migliori che il territorio bibbonese possa avere.
La consegna della targa avverrà domenica 29 marzo a partire dalle ore 18 presso il teatro “La Palestra” di Bibbona. L’organizzazione, come sempre, è del Lamb e Daleth Concerti che curerà anche il concerto con protagonisti i componenti dell’orchestra filarmonica di Bibbona.
Ecco l’elenco dei vincitori del Premio Bibbona delle precedenti edizioni. 2008: Giuseppe Grandi, musicista; 2009: Daniela Caciagli, pittrice; 2010: Carlo Cigni, cantante; 2011: Paolo Bettini, ciclista; 2012: Luciano Zazzeri, chef; 2013: Luciano Oberdan Campatelli, poeta; 2014: Maurizio Morganti, musicista; 2015: Rita Salvadori, imprenditrice.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’onorevole della Lega Potenti chiede una risoluzione per il casello di Rosignano e la nomina di un commissario di Governo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS