Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:48 METEO:CECINA22°30°  QuiNews.net
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Attualità giovedì 28 settembre 2017 ore 13:30

Caccia, cinque consigli dall'Enel

Con l'avvio della stagione venatoria aumentano i rischi di danni agli impianti di energia elettrica dovuti agli spari



CECINA — E-distribuzione, la società del Gruppo Enel che si occupa della distribuzione di energia elettrica in Italia, lancia alcune raccomandazioni per gli amanti della caccia in merito ai rischi connessi con l'avvio della stagione venatoria. Anche in Toscana e nel territorio della Val di Cecina, infatti, si ripropone il tema dei pericoli legati all'attività in prossimità degli impianti di distribuzione dell'energia elettrica, che possono riguardare sia la salute degli stessi cacciatori sia il funzionamento degli impianti.

Per la prevenzione, E-distribuzione diffonde cinque consigli: non sparare a, o in prossimità di, linee elettriche; verificare la posizione delle linee elettriche e apparecchiature sul terreno in cui si spara, poiché in aree boschive gli impianti potrebbero non essere immediatamente visibili; prestare attenzione ai segnali di pericolo posti sugli impianti; non sparare agli uccelli che si posano sulle linee; se il danno dovesse provocare la caduta del conduttore non avvicinarsi al cavo per evitare il minimo rischio di elettrocuzione. Qualunque danneggiamento o situazione di pericolo può essere segnalata al servizio guasti di e-distribuzione 803500, operativo 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana.

"Sconsigliamo i cacciatori di sparare vicino o verso linee elettriche e altri impianti - sottolinea Raffaele Ruggiero, responsabile rete elettrica e-distribuzione Toscana e Umbria - perché un pallino vagante può causare danni alle apparecchiature e potenzialmente interrompere il servizio elettrico con disagi per tutti coloro che sono riforniti dagli impianti danneggiati. La maggior parte dei cacciatori svolge l’attività in sicurezza: è utile che queste persone più esperte, grazie alla loro conoscenza della zona di caccia, sensibilizzino i loro colleghi, in particolare quelli più giovani. Ma soprattutto – conclude Ruggiero – è opportuno essere sicuri di dare la caccia solo a ciò che è possibile cacciare: cavi, isolatori e apparecchiature elettriche non sono mai delle prede"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul posto sono intervenute le ambulanze medicalizzate da Cecina e Rosignano e anche l'elisoccorso Pegaso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità