QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 10°10° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 25 novembre 2017

Attualità mercoledì 25 maggio 2016 ore 15:00

Salviamo il respiro della terra

Il 2030 potrebbe essere l'anno del non ritorno

Secondo Obama, per il pianeta il 2030 è l'anno del non ritorno: l'associazione Anter organizza un presidio di quattro giorni in piazza Guerrazzi

CECINA — Un presidio in piazza, tra il 26 e il 29 maggio, per gridare a tutti l'allarme lanciato dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama: la terra si sta avvicinando a un punto di non ritorno. In altre parole, dopo il 2030 qualsiasi iniziativa per scongiurare o contenere i cambiamenti climatici sarà vana.

L'evento, dal titolo Salviamo il respiro della terra, patrocinato dal Comune di Cecina in collaborazione con l’assessorato all'ambiente, è stato organizzato dall'associazione nazione Anter: “Il 2030 - spiega Antonio Guidi delegato dell'associazione nazionale tutela energie rinnovabili per Cecina - è considerato l’anno di non ritorno dove qualunque iniziativa rivolta a salvare il nostro pianeta non sortirà gli effetti dovuti. Non lo dico io ma il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Una frase pronunciata in occasione della conferenza mondiale sui cambiamenti climatici svoltasi a Parigi a fine 2015".

"L’associazione che io rappresento - prosegue Guidi - ha come obiettivo primario la sensibilizzazione dei cittadini verso le problematiche ambientali impegnandosi a fare attività nelle scuole elementari e medie. Il presidio che organizziamo in piazza Guerrazzi nel fine settimana, fra il 26 e il 29 maggio, è uno dei mille che sorgeranno nelle principali piazza italiane"

All’iniziativa hanno aderito alcune classi delle elementari Boschetti Alberti e delle medie Galileo Galilei con cui Anter ha iniziato un percorso di collaborazione per approfondire i temi legati all’ambiente e alle energie rinnovabili.

Gli studenti e i ragazzi che parteciperanno alle quattro giornate avranno la possibilità di lanciare un messaggio a tutto il pianeta attraverso il motore di ricerca Google che pubblicherà i loro hashtag (#) per il futuro. Mentre l’atto simbolico consisterà nel gonfiare un palloncino in cui racchiudere all’interno la Co2, a simboleggiare la pesantezza di questo gas che in quantità eccessive determina il surriscaldamento del pianeta con conseguenze per la flora, la fauna e la stessa sopravvivenza umana.

A tutti coloro che lasceranno un proprio indirizzo mail l’associazione Anter invierà un cartone animato informativo sui temi trattati.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca