QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 18°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
lunedì 25 giugno 2018

Attualità martedì 29 dicembre 2015 ore 21:28

"Nel 2015 raggiunti quasi tutti gli obiettivi"

Bilancio di fine anno della giunta Franchi fra tasse, servizi e investimenti per sociale e scuola, decoro urbano, manutenzioni e progetti per il 2016



ROSIGNANO MARITTIMO — “Il 2015 è stato un anno in cui l’attività della giunta si è esplicata a pieno e che ci ha permesso di avviare in maniera decisa l’attuazione del programma di mandato. Alla fine di questo primo anno posso dire che nonostante le difficoltà e il quadro generale ancora complicato, le cose sulle quali ci eravamo impegnati alla fine del 2014 sono state quasi completamente portate a compimento”. Così il sindaco di Rosignano Marittimo Alessandro Franchi tracia il tradizionale bilancio di fine anno:  insieme agli assessori presentato un resoconto puntuale delle principali attività svolte nel 2015 e anticipato alcune indicazioni in merito al 2016.

PRESSIONE FISCALE INVARIATA. “Dopo l’aumento dell’imposizione fiscale dello scorso anno, ci eravamo impegnati a mantenere nel 2015 invariata la pressione fiscale, introducendo correttivi sulle scadenze e sulle esenzioni, ed a proseguire con la lotta all'evasione fiscale - ha spiegato Franchi - A conti fatti possiamo dire di esserci riusciti ed infatti sulla tassa dei rifiuti abbiamo rivisto lo scadenzario dei pagamenti, raddoppiato le esenzioni per le famiglie a basso reddito e portato avanti con Rea un lavoro importante di riorganizzazione che ha permesso di ridurre, seppur di poco, i costi del servizio".
"Inoltre, abbiamo continuato con la lotta serrata all'evasione fiscale, ed in particolare alle false residenze, ottenendo buoni frutti con un recupero nel 2015 di circa 300mila euro  - ha illustrato il sindaco - Per quanto riguarda invece il 2016, grazie alle novità della legge di stabilità approvata dal Parlamento, i cittadini di Rosignano risparmieranno complessivamente circa 3 milioni di euro grazie all'abolizione dell’Imu e della Tasi sulla prima casa, sui terreni agricoli e sui c.d. impianti industriali imbullonati, a parità di gettito per l’amministrazione Comunale che riceverà le risorse dallo Stato. Sulla Tari invece continueremo con il lavoro di contenimento dei costi in accordo con il gestore e con la lotta all'evasione”

MAGGIORI RISORSE PER SCUOLA E SOCIALE. “Un ulteriore obiettivo prioritario sul bilancio 2015 era destinare maggiori risorse per la parte dei servizi, con particolare attenzione alla scuola e al sociale - ha spiegato ancora il primo cittadino - Anche su questo punto possiamo dire di aver centrato l’obiettivo, con un ampliamento dei servizi scolastici e con maggiori risorse per le famiglie in difficoltà. Quest’anno abbiamo concluso tre gare europee (per i servizi integrativi alla prima infanzia, per la mensa e per il trasporto scolastico) che ci hanno permesso di avere una sezione in più al nido e di iniziare mensa e trasporto scolastico in concomitanza con l’inizio delle scuole". 

"Rispetto agli scorsi anni abbiamo scelto di destinare più risorse per questi servizi ma siamo contenti di essere andati incontro alle esigenze delle famiglie e di poter garantire, grazie a gare quinquennali, questi standard fino al 2020 - ha proseguito Franchi - Avere servizi educativi efficienti rappresenta una forma di welfare importante e, sempre per questo settore, sono state incrementate le risorse in favore delle categorie svantaggiate, sul fronte dell’emergenza abitativa, dei contributi alle famiglie ed alle associazioni che operano in campo sociale, dei servizi erogati attraverso la Società della Salute e dell’assistenza diversamente abili nelle scuole". Il sindaco ha ricordato anche che "su questo fronte i controlli sono costanti, in collaborazione con la Guardia di Finanza che verifica le attestazioni Isee presentate agli uffici, in modo da aiutare chi ne ha realmente bisogno”.

DECORO URBANO E MANUTENZIONI. “Terzo obiettivo del bilancio 2015 era di concentrarsi anima e corpo sulle manutenzioni ed invertire la tendenza degli anni passati - ha ricordato il primo cittadino di Rosignano - E’ un impegno che avevo preso durante la fase elettorale e possiamo dire che nel 2015 abbiamo dato il segnale chiaro di una tendenza che porteremo avanti anche il prossimo anno. So perfettamente che non possiamo accogliere tutte le richieste dei cittadini e di un territorio vasto come quello di Rosignano, ma quest’anno abbiamo riservato alle manutenzioni ordinarie e straordinarie oltre 5 milioni di euro". 

Tra i vari interventi conclusi Franchi ha ricordato "il Palazzetto dello Sport, il Teatro L’Ordigno, il completamento della lottizzazione di via Buccari, oltre 500mila euro per le asfaltature e il completamento della riqualificazione dei parchi gioco". "Nel 2015 - ha aggiunto - sono stati fatti tutti gli interventi che avevamo preannunciato ad eccezione del Museo Archeologico di Palazzo Bombardieri, il cui cantiere doveva partire in dicembre e che invece partirà l’11 gennaio 2016, e delle passerelle di Castelnuovo, che per il momento sono state demolite, mentre il secondo lotto dei lavori relativo alla ricostruzione è attualmente in fase di assegnazione definitiva" "Tutti i lavori realizzati fino ad oggi - ha precisato - sono stati pagati alle ditte nei tempi previsti e che la gran parte dei cinque milioni impegnati dal Comune sono stati affidati ad imprese locali o dei Comuni a noi vicini”.

NOVITA’ 2016. Il sindaco a conclusione della conferenza stampa ha annunciato alcune priorità che caratterizzeranno l’azione dell’Amministrazione per il prossimo anno.  Tra queste: l’inizio dei lavori di regimazione idraulica e di messa in sicurezza di Vada che riguarderanno il Fiume Fine e i torrenti Tripesce e Vallecorsa; i lavori di raddoppio del depuratore, di competenza Asa, la cui portata sarà ampliata ed i lavori al Polo Impiantistico di Scapigliato per la realizzazione del biogestore anaerobico e del nuovo impianto di compostaggio che permetteranno di completare, dopo la recente inaugurazione dell’impianto di biostabilizzazione, il trattamento della filiera dell’umido e delle ramaglie.

“Proprio oggi - ha annunciato Franchi - abbiamo presentato in Regione il progetto PIU per la riqualificazione urbana del centro di Rosignano e che, se finanziato, ci permetterà di intervenire su una zona critica di Rosignano a cui verrà data una nuova identità, anche grazie al riutilizzo di immobili al momento non adeguatamente valorizzati come il Teatro Solvay o l’ex biblioteca comunale di via del Popolo". "Risultati importanti  - ha proseguito - sono attesi dall’Accordo di Programma sottoscritto lo scorso maggio con il Governo, in cui è incluso, tra l’altro, il percorso di attrazione di nuovi investimenti e la ricerca di una soluzione al problema dell’approvvigionamento energetico del Parco Industriale Solvay, che permetterà alle aziende insediate di rimanere competitive e di mantenere le proprie attività sul nostro territorio”. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cronaca

Attualità