QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 17°21° 
Domani 17°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
sabato 30 luglio 2016

Attualità martedì 09 febbraio 2016 ore 13:00

Nuovi mezzi per la Pubblica assistenza

Un momento dell'incontro

Presentato il resoconto dell'attività e i progetti per il 2016. Aumentano i servizi nel settore sociale, sanitario e della protezione civile

CECINA — Il nuovo direttivo della Pubblica assistenza ha incontrato il sindaco Samuele Lippi e la giunta comunale per fare il punto della situazione, esaminare tutti i dati dell'attività svolta nel 2015 e svelare le novità per il 2016. Sul fronte sociale continueranno le collaborazioni con Asl e Comune ma ci sarà un’implementazione della formazione per il pronto soccorso e per l’uso dei defibrillatori.

Previsto inoltre un utilizzo sempre maggiore del centro diagnostico che garantisce prestazioni sanitarie a costi contenuti, con lo scopo di alleggerire le liste d’attesa del servizio sanitario nazionale. Sempre in campo sanitario con il “Progetto Cecina Soccorso” la Pubblica Assistenza si prefigge l’obiettivo di sviluppare il sistema di emergenza e soccorso sulla base della già creata sala operativa, inaugurata nella passata stagione.

Fra le novità in campo la creazione di un veicolo Unità di maxiemergenza che abbia funzione di comando avanzato e piccolo P.M.A per il soccorso di massa da utilizzare per le grandi manifestazioni e gli eventi che si svolgeranno sul territorio. Infine sul fronte della rotezione civile sono stati fatti passi da gigante con l’evoluzione della sala operativa e la prossima messa in rete con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che installeranno una loro postazione presso la sede centrale così da coordinare gli interventi in caso di eventi alluvionali, o di ricerca e soccorso.

Sempre nel 2016 sarà sviluppato il settore antincendio boschivo con l’aggiunta di un nuovo pick-up e di una autobotte donata dal Corpo Forestale dello Stato.

“L’importanza dell’attività svolta dalla Pubblica Assistenza di Cecina è sotto l’occhio di tutti – ha sottolineato Lippi – ringrazio i volontari che con impegno e dedizione garantiscono servizi fondamentali come quelli legati al 118 a cui si aggiungono prestazioni sociali di grande utilità per la collettività come quelle offerte verso i disabili, gli anziani e gli interventi a richiesta. Non ultimo infine il servizio di Protezione Civile che in questi anni è cresciuto e ha dato prova, anche in situazioni di calamità, di grande capacità organizzativa e professionale”.

Il neoeletto presidente dottor Luciano Villani ha illustrato il bilancio dell’attività svolta ma soprattutto ha tratteggiato quelle che saranno le linee progettuali per il 2016. “La Pubblica Assistenza di Cecina - ha ricordato Villani - è una realtà in continua evoluzione e con un forte radicamento locale. Opera su tre distaccamenti: la sede centrale di piazza Alessandrini a Cecina, la sezione di Montescudaio in via Roma e quella estiva a Marina di Cecina in viale Galliano, dove riceve la guardia medica turistica".

Il resconto prosegue: "Gli operatori sono attualmente 236 di cui 208 volontari, 14 del servizio civile e 14 dipendenti. Il parco macchine è costituito da 39 automezzi tra ambulanze, pulmini, vetture mediche e per trasporto disabili; tra di esse anche 5 mezzi destinati alla protezione civile, da quest’anno entrerà a far parte anche una autobotte donata dal Corpo Forestale dello Stato".

"Grazie all’attività dei volontari - ha spiegato Villani - nel 2015 sono stati garantiti ben 21mila interventi, eseguiti con una media di 46 attività giornaliere. Oltre 2.500 le emergenze assolte, 3.159 i servizi ordinari in collaborazione con l’Asl, 1.773 servizi di dialisi e 1.177 quelli per la riabilitazione motoria. Per conto del Comune, la Pubblica Assistenza ha effettuato 1.782 trasporti rivolti ai disabili”.

“Questi numeri - ha aggiunto Villani - confermano la rilevanza in termini di servizio a sostegno della collettività sia sul fronte sociale che sanitario”.  A conclusione dell’incontro il sindaco ha rivolto un augurio di buon lavoro al nuovo direttivo: “Ho fiducia che la collaborazione tra Comune, Pubblica assistenza e Asl possa proseguire nel migliore dei modi e garantire un’offerta di qualità a tutto tondo sul fronte del welfare, rispondendo in maniera appropriata ai bisogni e le necessità della comunità in cui tutti noi operiamo e viviamo".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cultura

Attualità