QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 18°20° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 01 settembre 2016

Attualità venerdì 04 marzo 2016 ore 16:23

Dalle città d'arte devono venire sulla costa

Foto d'archivio

​In consiglio regionale si è discusso del piano strategico che comprende 20 Comuni della Valdicecina e della Valdicornia. Mazzeo: "Attirare turisti"

CECINA — Si è tenuto questa mattina il convegno “Terre Etrusche: verso il piano strategico della Val di Cecina e Val di Cornia” organizzato nell’auditorium del Consiglio regionale, nel quadro delle iniziative per lo sviluppo della Toscana costiera.

Il convegno è stata l’occasione per presentare il piano strategico di area vasta di venti Comuni toscani delle province di Livorno e di Pisa, che comprende Cecina, Piombino e Volterra: "Pensiamo a un nuovo modo di disegnare il territorio - ha detto il presidente della Commissione Costa e Consigliere regionale Antonio Mazzeo - meno campanilismi e più progetti di ampio respiro con interventi sulle infrastrutture". L'obiettivo, secondo il consigliere è quello di "attirare turisti perché solo il venti per cento dei visitatori delle città d'arte toscane arrivano poi sulla costa". Mazzeo ha concluso ribadendo la centralità degli investimenti sul turismo per la Valdicecina e la Valdicornia: "Non si vive solo di impresa ma anche della capacità di attirare nuovi turisti sulla costa".

“La cosiddetta Costa degli Etruschi ha un calo di turisti da anni – ha aggiunto invece Valentini - e vuole rilanciarsi attraverso politiche di marketing e comunicazione integrata, anche attraverso il collegamento con grandi attrattori come le città d'arte di Firenze, Pisa e Siena. Uno degli assi proposti è quello degli Etruschi, che collega naturalmente con le terre di Siena e con il turismo culturale ed ambientale come la via Francigena. Una criticità dell'andamento turistico dell'area é anche quello della bassa incidenza di visitatori stranieri: al contrario di Siena i 3/4 sono italiani e sono gli stranieri ad avere in media budget di spesa più alti. Come responsabile Anci Toscana ho lanciato la proposta di una grande mostra diffusa sugli Etruschi da programmare in Toscana nel 2018 e come sindaco di Siena ho ricordato le potenzialità della connessione con l'entroterra senese a cominciare dai flussi dei nuovi crocieristi che sbarcheranno all'Argentario ed a Piombino”.

All’iniziativa hanno partecipato tra gli altri anche l'assessore regionale Stefano Ciuoffo, il sindaco di Cecina Samuele Lippi, Augusto Mugellini, presidente della fondazione CR Volterra, Massimo Casolari, architetto dello Studio Agora che ha realizzato lo studio.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Cronaca