QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CECINA
Oggi 22° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cecina, Cronaca, Sport, Notizie Locali cecina
giovedì 19 ottobre 2017

Attualità martedì 12 maggio 2015 ore 06:05

Barcolla e cade in mare dal molo: salvato

Sarebbe un uomo senza fissa dimora. I pescatori tentano di salvarlo, un militare si tuffa in acqua e viene recuperato dall'imbarcazione degli atleti

LIVORNO — Ha rischiato seriamente di annegare, dopo essere caduto in mare dal molo davanti alla Capitaneria di porto, ma per fortuna è stato salvato. E’ accaduto ieri sera al porto di Livorno, nelle acque antistanti l’edificio della Guardia Costiera, a sud del molo denominato proprio “Capitaneria”.
Intorno alle 20,50, un passante ha notato la presenza in mare di una persona  e ha dato l’allarme presentandosi al corpo di guardia. I militari rapidamente sono andati sul posto, dove erano già presenti alcuni pescatori sportivi livornesi che tramite un retino stavano tentando di agganciare l’uomo, ma senza successo. Il malcapitato, probabilmente poco lucido, non riusciva ad aggrapparsi al retino e neanche al salvagente lanciato in acqua dagli uomini della Capitaneria.
Vista la situazione sempre più pericolosa per la vita dell’uomo che ormai non dava quasi più segni di reazione, uno dei militari, facente parte dell’equipaggio della motovedetta SAR della Capitaneria livornese, si è lanciato in acqua e ha tratto in salvo l'uomo. Nel frattempo, gli altri militari hanno fatto arrivare sul posto un’imbarcazione della sezione nautica “Venezia”, di rientro dall’allenamento. Gli atleti, con l’aiuto da mare del militare della Capitaneria, hanno tirato a bordo l'uomo e lo hanno trasportato alla banchina. Il sanitari del 118, chiamati dalla sala operativa della Guardia Costiera, hanno fornito al malcapitato le prime cure sul posto e dopo lo hanno trasportato in ospedale. Attualmente non risulterebbe in pericolo di vita.
Dalle prime ricostruzioni dei  militari che hanno raccolto le testimonianze dei presenti, sembra che l'uomo, già noto ai sanitari come persona senza fissa dimora, sia stato visto barcollare prima di cadere in mare, forse non era lucido al momento dell’incidente.
L’episodio si è risolto in maniera positiva, grazie alla sinergia tra i militari della Guardia Costiera, i cittadini livornesi, pescatori e atleti che hanno mostrato grande senso di civiltà ed altruismo.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Cronaca